Documenti di prodotto

L’estensione ed il dettaglio della documentazione relativa al prodotto dipendono molto dal contesto del lavoro. Piuttosto che prescrivere documenti separati, Praxis fornisce un elenco di campi da cui devono essere costruiti i documenti idonei in base alle esigenze del progetto o del programma.

Questo può tradursi in un approccio semplice, nel quale c’è un singolo documento per ogni prodotto, o in approccio più articolato che prevede documenti separati per le descrizioni del prodotto, gli elementi della configurazione e le registrazioni della qualità.

Per convenienza, i campi sono stati raggruppati in tre sezioni. Nel caso in cui queste sezioni siano sviluppate in più documenti separati, i campi dovranno spesso essere duplicati nei vari documenti.

 

Informazioni descrittive

  • Identificatore
  • Un identificatore unico che può essere costituito da elementi quali un codice di progetto o programma, un codice di prodotto, un numero di versione e così via.
  • Titolo
  • Il nome con il quale è conosciuto il prodotto.

  • Descrizione
  • Una descrizione del prodotto che include possibilmente il suo scopo e come si colloca all’interno del prodotto complessivo.

  • Composizione
  • Per un prodotto semplice, basterà che questa sezione descriva le componenti e la natura del prodotto. I prodotti più complessi necessiteranno di riferimenti a specifiche tecniche.

  • Proprietario
  • Se il prodotto è un deliverable, allora il proprietario sarà lo stakeholder al quale il prodotto è trasferito. Altrimenti,  sarà un membro del team di gestione che è responsabile del l’accettazione del sotto-prodotto prima della sua integrazione nel prodotto nel suo insieme.

 

Informazioni sullo sviluppo

  • Sviluppatore
  • Indica la persona, il team, il dipartimento o l’appaltatore responsabile dello sviluppo del prodotto.

  • Date pianificate
  • Quando si pianifica di sviluppare il prodotto.

  • Date effettive
  • Quando il prodotto è stato effettivamente sviluppato.

  • Criteri di qualità
  • Si tratta dei criteri di qualità che saranno testati in sede di controllo di qualità. Potrebbero consistere in riferimenti a standard di qualità esterni, in criteri propri unicamente del prodotto o in una combinazione di entrambi.

  • Tolleranze di qualità
  • Per ciascun criterio di qualità deve essere indicato l’intervallo di misurazioni entro cui il prodotto si considererà accettabile.

  • Metodi di controllo della qualità
  • In questa sede si dovranno definire i metodi di controllo da utilizzare. Questi possono andare dalle revisioni qualitative dell’utente alle ispezioni meccaniche e alle analisi statistiche.

  • Responsabilità relative al controllo di qualità
  • Riguardano i singoli individui o i gruppi che sono responsabili dell’implementazione dei metodi di controllo della qualità.

  • Date dei test
  • Le date pianificate e previste per la maggior parte delle attività di test e di revisione dipendono completamente da una schedulazione della consegna che viene aggiornata regolarmente. Al fine di evitare duplicazioni di impegno, le date pianificate e previste possono essere indicate semplicemente mediante un richiamo al piano di consegna appropriato. Tale richiamo può essere integrato con informazioni tipo ‘il prodotto deve essere testato entro una settimana dal suo completamento’.

  • Risultati dei test
  • I risultati del controllo di qualità possono consistere semplicemente nell’indicazione ‘passato/fallito’ oppure in dati di test dettagliati. In entrambi i casi, si devono documentare le conseguenze dei risultati del test. Se la qualità è accettabile il prodotto può passare alla fase di integrazione con gli altri prodotti o può essere trasferito al proprietario. Se la qualità risulta inaccettabile il prodotto può essere rilavorato oppure scartato. In alcuni casi, è possibile o addirittura necessario accettare un prodotto che non ha soddisfatto i propri criteri, ma questa è una decisione che dovrà essere presa dallo sponsor.

  • Riferimenti incrociati
  • Si tratterà di solito di riferimenti ai piani di consegna che mostrano il contesto delle date pianificate ed effettive.

 

Informazioni di configurazione

  • Versione corrente
  • È un identificatore che indica la versione più recente del prodotto. La sezione di gestione della configurazione del piano di gestione dell’ambito definirà il sistema di categorizzazione progressiva delle versioni di un prodotto.

  • Stato
  • Una classificazione dello stato corrente, secondo quanto definito nel piano di gestione della configurazione, ad esempio ‘in fase di sviluppo’, ‘in corso di revisione’, ‘approvato’, ‘trasferito’, ecc.

  • Data dell'ultima modifica
  • La data in cui è stata rilasciata l’ultima versione del prodotto per la sottoposizione a test o per la consegna.

  • Versioni precedenti
  • Quando viene registrata la data dell’ultima versione, questa non sostituisce le date delle versioni precedenti. Ciascun identificatore di una ‘versione corrente’ e ‘data dell’ultima modifica’ rimangono all’interno del documento per mostrare la tempistica dello sviluppo del prodotto.

  • Collocazione
  • Indica dove è collocato o conservato l’elemento. Questo vale per un prodotto leggero, quale un file elettronico o un componente fisico che può essere spostato prima della sua installazione. Non vale invece per i prodotti che sono incorporati nella costruzione del prodotto complessivo, come le fondamenta di un edificio o la chiglia di una nave.

  • Detentore attuale
  • La versione corrente di un prodotto può essere detenuta dai produttori originali o da un team di test. Se il prodotto è fisico e non copiabile, questa è semplicemente un’informazione utile.

  • Nel caso di file elettronici (per esempio documenti o codici informatici), per i quali basta un semplice download o l’allegato ad una email per creare una copia, risulta di vitale importanza individuare chi ha l’autorità esclusiva di lavorare al prodotto. Ciò è essenziale per assicurare che non ci siano più persone che eseguono contemporaneamente delle modifiche al prodotto.

  • Relazioni 
  • Questa sezione descrive in che modo il prodotto interagisce con gli altri prodotti. Questo rappresenta l’aspetto fondamentale quando si valuta una richiesta di cambiamento, poiché identifica come una modifica di un certo prodotto può influenzare gli altri prodotti.

 

Documenti tipici

I contenuti tipici di ciascun documento sono riassunti nella tabella riportata alla fine di questa pagina.

Partendo dalla gamma delle informazioni relative al prodotto si possono mettere insieme molti tipi diversi di documenti. Quelli descritti qui sotto sono stati scelti poiché ricorrono comunemente nelle guide e nei metodi di project, programme e portfolio management. Tale elenco non è da intendere come categorico o prescrittivo.

  • Descrizione del prodotto
  • Questo documento è una mini-specifica degli obiettivi di una particolare componente del progetto, programma o portfolio. Consente alle persone di capire la natura dettagliata, lo scopo, la funzione, l’aspetto e i criteri di accettazione del prodotto. Deve contenere informazioni sufficienti a identificare quali attività saranno necessarie per lo sviluppo, il test e l’approvazione del prodotto e dove possono essere trovate ulteriori informazioni.

  • Registro del prodotto
  • Questo registro riassume le informazioni delle descrizioni del prodotto per fornire un indice dei prodotti e una panoramica veloce sul loro stato. A volte viene chiamato anche lista di controllo del prodotto.

  • Registro della qualità
  • Il registro della qualità riassume le attività di controllo della qualità relative a tutti i prodotti e fornisce un riferimento centralizzato per un portfolio di documentazione del controllo della qualità potenzialmente molto vario.

  • Elemento della configurazione 
  • Questo documento fornisce una registrazione di un elemento che è stato sottoposto alla gestione della configurazione. Include informazioni come la storia, lo stato corrente, la versione e i legami con altri elementi.

  • Registrazione dello stato
  • La registrazione dello stato riassume le informazioni inerenti lo stato corrente di un insieme definito di elementi della configurazione, ad esempio: ‘tutti I prodotti che verranno completati nel prossimo mese’, oppure ‘tutti I prodotti che vengono sviluppati dagli appaltatori XYZ Ltd.’ L'ambito del rapporto sullo stato deve essere descritto prima di elencare le informazioni mostrate nella tabella.

Campo Registro del prodotto Descrizione del prodotto Registro della qualità Elemento della configurazione Registrazione dello stato
Identificatore X X X X X
Titolo X X X    
Descrizione   X   X  
Composizione   X      
Proprietario       X X
Riferimenti incrociati relativi alla descrizione X X X X X
Sviluppatore       X X
Date pianificate X   X   X
Date effettive X   X   X
Criteri di qualità   X      
Tolleranze di qualità   X      
Metodi di controllo della qualità   X X    
Responsabilità in tema di qualità   X X    
Risultati dei test       X X
Riferimenti incrociati relativi allo sviluppo X X X X X
Versione corrente X     X X
Stato       X X
Data dell'ultima modifica       X X
Versioni precedenti       X  
Collocazione       X  
Detentore attuale       X  
Relazioni       X  

 

 

Grazie a E-quality Italia e a Project Management Europa per la traduzione

SHARE THIS PAGE

8th October 2019: 'Test dates' added to field table (English)

Documenti di prodotto

Torna in cima