Gestire il rischio

Lo scopo di questa competenza è quello di realizzare gli obiettivi propri della funzione di gestione del rischio, e cioè:

  • assicurare che i livelli di rischio complessivo all’interno un progetto, programma o portfolio siano compatibili con gli obiettivi dell’organizzazione;
  • assicurare che siano identificati i rischi individuali e le relative risposte;
  • minimizzare l’impatto delle minacce sugli obiettivi di progetto, programma o porfolio;
  • ottimizzare le opportunità ricomprese nell’ambito del lavoro.

Criteri di prestazione

Si deve essere in grado di:

  1. pianificare e dare inizio alla gestione del rischio
  2. identificare gli eventi di rischio
  3. valutare la probabilità e l’impatto degli eventi di rischio
  4. pianificare le risposte agli eventi di rischio
  5. implementare le risposte agli eventi di rischio e mantenere livelli accettabili di rischio complessivo
  6. mantenere la documentazione riguardante la gestione del rischio
  7. monitorare e controllare la gestione del rischio
  8. garantire la qualità della gestione del rischio

L’approccio che un’organizzazione assume rispetto alla gestione del rischio dipende dal contesto di rischio.

La competenza dovrà essere adattata per soddisfare propensioni e attitudini differenti riguardo ad aspetti diversi del lavoro.

Per esempio, una piccola impresa che lavora a progetti tecnologici di assoluta avanguardia ha un profilo di rischio molto diverso rispetto ad un’organizzazione benefica che realizza programmi di aiuto umanitario in un paese sconvolto dalla guerra e questa diversità deve trovare riscontro nel tipo di competenza richiesta al rispettivo personale.

 

Conoscenza e comprensione

È necessario conoscere e comprendere:

  1. i principi e gli obiettivi propri della gestione del rischio
  2. le responsabilità relative alla gestione del rischio
  3. il contesto del lavoro ed il suo impatto sulla gestione del rischio
  4. una procedura per la gestione del rischio
  5. lo scopo ed il contenuto della documentazione riguardante la gestione del rischio
  6. i metodi di identificazione del rischio e le fonti di informazione appropriate
  7. le tecniche di valutazione delle minacce e delle opportunità  
  8. i tipi di azioni di risposta al rischio e l’uso appropriato delle stesse
  9. l’atteggiamento nei confronti del rischio e la propensione al rischio
  10. come gli eventi di rischio ed il rischio complessivo possono cambiare durante il ciclo di vita
  11. come applicare la garanzia alla gestione del rischio

 

 

Grazie a E-quality Italia e a Project Management Europa per la traduzione

SHARE THIS PAGE
8th June 2015Error in numeration of Knowledge criteria corrected 

Gestire il rischio

Torna in cima