Furlong

Gary Furlong fornisce un modello completo per la risoluzione dei conflitti nel suo libro ‘The Conflict Resolution Toolbox’¹ il cui fulcro è il circle of conflict.

Il cerchio comprende sei elementi, che Furlong identifica come i principali fattori di conflitto. Nella metà superiore del cerchio vi sono:

Valori: sistemi di credenze e idee delle parti su ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

Relazioni: esperienze negative del passato, stereotipi e scarsa comunicazione.

Fattori esterni / Stati d’animo: fattori estranei al conflitto di per se’, ‘giornate no’ e simili.

Furlong sostiene che vagare nei fattori nella metà superiore del cerchio probabilmente farà intensificare il conflitto.

 

Al fine di risolvere il conflitto la conversazione dovrebbe essere incentrata sulle aree su cui le parti hanno un certo controllo, vale a dire i fattori di conflitto nella metà inferiore del cerchio:

 

Dati: mancanza di informazioni o disinformazione, problemi di raccolta dei dati:

Interessi: i desideri, i bisogni, le paure o le preoccupazioni di ogni parte.

Struttura: limitazioni di risorse, vincoli geografici, organizzativi e problemi di autorità.

 

Questi fattori di conflitto possono essere utilmente combinati con le fonti di conflitto durante il ciclo di vita del progetto identificate da Thamhain e Wilemon ed il modello di Thomas-Kilmann per dare al manager P3 una prospettiva sulle sfide che deve affrontare per gestire il conflitto in un progetto o programma.

 

Furlong, G (2005), The Conflict Resolution Toolbox, Wiley and Sons, Ontario.

Grazie ad E-quality Italia per la traduzione

 

SHARE THIS PAGE

29th July 2014Link to Italian translation added

Furlong

Torna in cima