Diagramma di Gantt

Henry Gantt fu un ingegnere americano che lavorò al Frankford Arsenal nei primi anni del 20° secolo. Nel 1917 ha sviluppato il Diagramma di Gantt che porta ancora oggi il suo nome.

Conosciuto anche come un grafico a barre, il diagramma di Gantt mostra semplicemente delle barre su una scala temporale orizzontale. Il formato di base è applicabile a tutti i livelli nell’ambiente P3. A livello di progetto, le barre rappresentano le attività; a livello di programma tali barre rappresentano principalmente i progetti, e ad un livello di portfolio rappresentano principalmente progetti e programmi.

Nell’ambito del più semplice dei progetti può essere sufficiente semplicemente disegnare un diagramma di Gantt per pianificare l’attività; ma sulla maggior parte dei progetti il grafico mostrerebbe i risultati delle analisi del percorso critico, evidenziando anche le attività critiche e i float.

 

 

Il formato di base può essere migliorato nella forma, ad esempio, di grafico a barre collegate e slip chart.

 

Grafici a barre collegate

Questi mostrano le interdipendenze tra le attività così come le barre delle attività. Questo è il modo principale per creare un network nella maggior parte dei moderni programmi di pianificazione (al contrario di un diagramma di rete) ma può diventare disordinato nella nel caso di una rappresentazione di grandi reti complesse.

.

 

 

Slip charts

Conosciuti anche come grafici di progresso o grafici di baseline, questi mostrano l’attuale stima rispetto alla baseline originale.

 

 

Il ‘time-now’ data indica la data in cui è stato misurato il progresso. Le barre che si riferiscono al passato sono generalmente indicate con un colore più scuro di quelle che si riferiscono al futuro.

 

Grazie ad E-quality Italia per la traduzione

SHARE THIS PAGE
31st July 2014Link to Italian translation added

Diagramma di Gantt

Torna in cima