Carnall

Il libro di Colin Carnall ‘Managing Change In Organizations’¹ è stato pubblicato per la prima volta nel 1990. Nel libro Carnall ha proposto un modello che si concentra sul ruolo del manager durante il processo di cambiamento.

 

Carnall

 

Nell’ambiente di project, programme e portfolio management è la pressione per il cambiamento a creare la necessità di un progetto o di un programma e il ‘manager’ coinvolto nel cambiamento è il cosiddetto Business Change Manager (BCM).

Trattare con la cultura e gestire le politiche di un’organizzazioni sono chiaramente funzioni che il BCM (con il supporto di altri membri del team di progetto / programma) deve svolgere come parte della più vasta disciplina dello gestione degli stakeholder, mentre gestisce il cambiamento con l’obiettivo di realizzarne i benefici.

Carnall sostiene che un manager abile nel gestire la transizione creerà un clima di assunzione creativa di rischi e aiuterà le persone a imparare durante l’implementazione stessa del cambiamento. Ciò a sua volta realizza il cambiamento organizzativo; ovvero, utilizzando la terminologia propria del Project, Programme e Portfolio Management, “incorpora” il cambiamento in modo che i benefici possano essere realizzati.

Nel loro libro ‘Making sense of change management’, Cameron e Green² suggeriscono che il modello di Carnall sia soprattutto applicabile alle metafore sull’organizzazione come ‘sistema politico’ e come ‘organismo’ proposte da Morgan.

 

¹ Carnall, C. (2007), Managing Change In Organisations, Prentice Hall, London

² Cameron, E. e Green, M. (2009), Making sense of change management, Kogan Page Ltd, London

 

Grazie ad E-quality Italia per la traduzione

SHARE THIS PAGE
25th July 2014Link to Italian translation added

Carnall

Torna in cima