Blake e Mouton

Robert Blake e Jane Mouton svilupparono la loro griglia manageriale nei primi anni ’60 del ‘900¹. Hanno individuato due dimensioni:

  • preoccupazione per le persone; indica il grado in cui un leader considera le esigenze dei membri del team, i loro interessi e il loro sviluppo personale.

  • preoccupazione per la produzione; indica il livello di enfasi che il leader pone su obiettivi, efficienza organizzativa e produttività.

Utilizzando queste dimensioni Blake & Mouton hanno identificato cinque categorie di stili manageriali.

 

Blake and Mouton's grid

 

  • Stile impoverito

    Un leader impoverito è in gran parte inefficace. I leader impoveriti non sono particolarmente interessati allo sviluppo di sistemi e persone. In realtà questi leader non sono particolarmente interessati ad ottenere un lavoro fatto – non sono leader affatto.

  • Lo stile 'Country Club'

    Un leader ‘country club’ si concentra principalmente sulle persone, e presuppone che se sono felici e sicure, lavorano sodo e raggiungono gli obiettivi. Questo stile di leadership può causare scarsi risultati a causa della mancanza di indirizzo e controllo.

  • Lo stile Produrre o Perire

    Questo tipo di leader è autoritario e rimanda alla teoria X di McGregor Si concentrano sulle procedure efficienti e le esigenze dei dipendenti sono sempre secondarie rispetto alla produzione degli obiettivi.

  • Lo stile Team Leadership

    Un manager con questo stile pone uguale accento sia sulle persone che sulla produzione. Questi manager credono che se le persone capiscono gli obiettivi, comprendono il loro ruolo nel raggiungimento dei benefici finali e sono coinvolte nel determinare i mezzi per raggiungere tali prestazioni, allora i loro bisogni e le esigenze produttive coincideranno.

    Blake e Mouton vedevano quest’ultimo come il miglior stile manageriale, sebbene modelli come quello formulato da Hersey e Blanchard mostrino che nessuno stile manageriale si addice a tutte le situazioni. Questo stile rimanda alla teoria Y di McGregor.

  • Lo stile 'Middle-of-the-road'

    Sebbene questo possa sembrare un utile compromesso tra le persone e la produzione, spesso significa che il manager si accontenta con prestazioni medie e né i bisogni delle persone, né le esigenze della produzione sono pienamente rispettati.

 

La griglia manageriale è stata utilizzata come base per molti altri modelli come quello di Hersey e Blanchard e quello di Thomas-Kilmann. Dal punto di vista di un Project, Programme e Portfolio Manager tutti questi modelli devono essere interpretati a seconda del contesto di un progetto o di un programma, del modo in cui si sviluppa un team (ad esempio Tuckman), della fase del ciclo di vita in cui il progetto si trova e della maturità della capacità generale dell’organizzazione ospitante.

 

  1. Blake R, Mouton J (1964), The Managerial Grid, Gulf Publishing, Houston.

Grazie ad E-quality Italia per la traduzione

SHARE THIS PAGE
24th July 2014Link to Italian page added

Blake e Mouton

Torna in cima